FAQs iMammalia

Controlla la cartella dello spam o della posta indesiderata, alcuni server li inviano lì. Puoi comunque accedere al portale utilizzando questo link https://european-mammals.brc.ac.uk/

Prima di caricare un’osservazione devi esserti registrato sul sito web utilizzando lo stesso nome utente e password che hai nell’App. Controlla anche di non avere la modalità allenamento attivata. È possibile accedere al sito Web da questo collegamento: https://european-mammals.brc.ac.uk

Quando si installa l’app è importante autorizzare l’accesso alla fotocamera, al GPS e alla memoria, in modo che tu possa utilizzare queste informazioni per caricare le osservazioni dei mammiferi

Utilizzando lo stesso nome utente e password che utilizzi nell’app. Puoi accedere al portale utilizzando questo link https://european-mammals.brc.ac.uk/

No non devi essere un esperto. Se non conosci la specie di un animale ma sei riuscito a fotografarlo, puoi inviare queste informazioni con l’app, se è possibile identificare la specie, un gruppo di esperti ti aiuterà.

Se sei in grado di identificare la specie osservata puoi inviare il record, se puoi fornirci maggiori dettagli molto meglio. In caso di dubbio puoi indicarlo nei commenti

No, iMammalia non supporta i video ma puoi fare uno screen-shot da cui puoi mostrare la specie osservata. Se ritieni che la visione del video sia essenziale per la validazione della specie allora indicalo nei commenti, un esperto ti contatterà per visionare il video ed effettuare la validazione.

No, nell’App sono disponibili delle schede che possono aiutarti ad identificare l’animale, inoltre puoi selezionare le specie che hai visto attraverso le fotografie disponibili nell’app. Non sono richiesti nomi

Sì, le osservazioni di animali morti possono essere di particolare interesse ad esempio per individuare i luoghi a rischio di collisioni stradali o per indagini epidemiologiche. Si consiglia di inviare queste informazioni con il maggior numero di dettagli possibile. Possono essere segnalati anche animali cacciati legalmente.

Le immagini appartengono agli autori che le hanno realizzate. Per maggiori dettagli, fai riferimento al regolamento sulla privacy dell’App. https://european-mammals.brc.ac.uk/en/privacy-notice

Seguendo il principio che la citizen science debba essere accessibile a tutti i cittadini, i dati condivisi dagli utenti di iMammalia vengono periodicamente inviati a GBIF, in modo che rimangano accessibili a tutti gli utenti o ricercatori che vogliano consultarli.

Sì, sono disponibili diverse lingue nell’app e puoi configurarle a tuo piacimento.

Controlla se il tuo paese o regione appare nelle impostazioni dell’app. Se viene visualizzato il tuo paese, puoi limitare le schede alle specie più comuni nella tua regione. Potrebbe aiutarti a identificare alcune specie.

Nell’app sono presenti alcune schede che consentono di registrare specie dubbie o sconosciute.

Alcune specie non compaiono perché sono difficili da identificare. Se non compaiono nell’app, puoi indicare il gruppo a cui appartengono ed indicare nei commenti il nome della specie. Puoi farlo ad esempio per arvicole, pipistrelli, topi, foche e altre specie che appaiono con un’immagine di silhouette nell’app.

Sì, dal web puoi rivedere e modificare i record per incorporare nuove immagini o modificare i dati, cambiando o specificando la specie, la posizione …

Sì, nella scheda record cliccando sulle osservazioni che hai caricato, ti reindirizza al sito web di iMammalia. È possibile che ti venga richiesta una password e un captcha per accedere.

Per modificare o migliorare le informazioni di un record devi farlo dal sito. Nel registro devi attivare l’icona della chiave inglese per poter apportare modifiche

Sì, ma prima devi creare un record tramite l’app con una qualsiasi specie e poi modificarlo dal web cambiando tutti i dati che ritieni necessari o caricando le immagini.

Sì, dal modulo di modifica delle specie puoi indicare se una specie è considerata particolarmente sensibile.

Sì, puoi modificare il tuo nome sul sito web dell’app e utilizzare un alias.